Lo spessore

il borgo sostenibile

2009 – Milano loc. Figino
…………………………………….
Concorso di progettazione
……………………………………
con
OP associati

Lo spessore dell’area in oggetto consente di pensare il nuovo intervento come un margine profondo che, non solo articola il passaggio tra il borgo e la campagna, ma consente di abitare e mitigare la transizione. Ciò è possibile grazie all’integrazione dello spazio della campagna, reso spazio quotidiano nel progetto, e attraverso l’articolazione dello scarso spazio pubblico (in termini di spazi aperti e servizi) presente a Figino. Gli spazi pubblici immaginati si propongono di innescare processi costruttori di nuove centralità per il borgo e per il settore urbano in cui è inserito.